DGP - Reproclinic

Diagnosi genetica preimpianto (DGP)


Questa tecnica permette di analizzare geneticamente gli embrioni prima di trasferirli nell'utero.


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali.


È una tecnica utilizzata nei trattamenti di fecondazione in vitro che permette l’analisi genetica degli embrioni prima che siano trasferiti nell’utero della madre. Questa diagnosi è fatta con l’obiettivo di analizzare geneticamente l’embrione per assicurarsi che il bambino nascerà sano.

DGP

How does the PGT/PGS work?

how does the pgd pgs work summary

Come funziona il DGP?

Come funziona il DGP?

4-pgt-reproclinic-it-movil

È una tecnica utilizzata nei trattamenti di Fecondazione in vitro che permette di analizzare geneticamente gli embrioni prima che siano trasferiti nell’utero della madre. Questa diagnosi è fatta con l’obiettivo di analizzare geneticamente l’embrione per garantire che il bambino nascerà sano.

Per realizzare questa tecnica, occorre estrarre alcune cellule dall’embrione mediante un processo chiamato “biopsia embrionale”, generalmente dopo 5 giorni, quando l’embrione raggiunge lo stadio di “blastocisti”.

 

Qui vi spieghiamo come si realizza ogni fase del DGP, quali sono i diversi tipi di Diagnostica Genetica Preimpianto che esistono e che cosa rileva ciascuno di loro.

QUAL È LA SUA IMPORTANZA?

I vari test genetici degli embrioni ci permettono di individuare anomalie genetiche e/o cromosomiche, aumentando così le probabilità di nascita di un bambino completamente sano.

 

QUANDO È NECESSARIO LO “SCREENING” DEGLI EMBRIONI?

È particolarmente indicato nel caso di donne di una certa età, di coppie che hanno già subito diversi aborti spontanei o quando gli spermatozoi del coniuge presentano alterazioni cromosomiche.

 

QUANDO SI EFFETTUA LA BIOPSIA EMBRIONALE?

La tecnica della Diagnostica Genetica Preimpianto viene normalmente effettuata quando gli embrioni hanno 5 giorni, anche se può essere realizzata il terzo giorno.

What is the Preimplantation Genetic Testing

Preimplantation Genetic Testing (PGT) is a technique used in in vitro fertilization treatments to genetically analyze embryos before they are inserted into the mother’s uterus. The purpose of this diagnosis is to genetically analyze the embryo to ensure that the baby will be born healthy.

How the Preimplantation Genetic Testing (PGT) is done

The technique involves removing cells from the embryo itself through a process called “embryo biopsy.” This is usually done when the embryo is five days old, in the so-called “blastocyst” stage. Learn what’s involved in each phase of Preimplantation Genetic Testing (PGT), what types exist and what each of them detect.

FAQ about PGT

Why is the Preimplantation Genetic Testing (PGT) important?

The different genetic tests of embryos are used to detect genetic and/or chromosomal abnormalities, increasing the chances that the baby will be born completely healthy.

 

When is an embryo screening required?

It is especially recommended in elderly women, couples who have had miscarriages or in men who have chromosomal sperm disorders.

 

When is the embryo biopsy done?

The PGT technique is normally performed when the embryos are 5 days old, though it is possible to do it on day 3 as well.